Comune di Castelnuovo di Porto – Piazza Vittorio Veneto,16 – Tel. 06/9017401

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube

CARA – IX Commissione – Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunità, istruzione, diritto allo studio

News    0 Commenti     19/02/2019

Si è appena conclusa la IX Commissione – Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunità, istruzione, diritto allo studio convocata dal Presidente, Eleonora Mattia, per affrontare il #tema della #situazione del #personale del #CARA di Castelnuovo di Porto.

Ad aprire la discussione è stato proprio il nostro Sindaco, Riccardo Travaglini, che ha chiesto l’impegno della Regione Lazio, per sostenerci a trovare una soluzione che faccia fronte all’emergenza lavorativa, cercando di trovare soluzioni alternative alle 120 persone che dal 1 di Febbraio sono rimaste senza lavoro.

Ha chiesto altresì di essere sostenuto affinché venga trovata una destinazione all’immobile, ormai ex centro Cara, di proprietà dell’ Inail, esponendo il progetto che l’Amministrazione sta portando avanti insieme alla facoltà di Architettura della Sapienza, ossia quello di trasformare il centro in un #polo #agroalimentare e delle #biodiversità, capace di garantire il lavoro ai tanti cittadini di Castelnuovo disoccupati in un quadro più ampio in cui il nostro territorio diventi una risorsa Europea.

La Regione si è impegnata a sostenerci nell’apertura del tavolo tecnico, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, richiesto dal Sindaco affinché venga studiata insieme all’INAIL, ente proprietario dell’immobile, la futura destinazione dell’intero complesso, abbandonato da decenni.

Un’altra nota positiva ci è giunta dall’Assessore al Lavoro, Di Bernardino. Ai dipendenti non spettano 6 bensì 12 mesi di FIS. Affrontando questa tematica, tutta la commissione si è impegnata affinché venga proposta una mozione al Governo di modifica alla normativa nazionale per permettere ai lavoratori del settore servizi di entrare in cassa integrazione. Infatti sono previsti in tutta Italia la perdita 40 mila posti di lavoro in merito all’accoglienza.

Alla nostra domanda rivolta al Consigliere della Lega, se l’ex CARA possa diventare un centro di espulsione non c’è stata risposta. Un centro di espulsione sarebbe la condanna definitiva ed un ulteriore scelta che danneggerebbe l’intera comunità di Castelnuovo.

Avanti tutta, noi non molliamo!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna all'inizio dei contenuti